CZ | DA | DE | EL | EN | ES | ET | FI | FR | HU | IT | LT | LV | MT | NL | PL | PT | SK | SL | SV    
A PROPOSITO DI | L'ENERGIA | NEWS | CHAT | ATTIVITÀ | CONCORSO |
Pagina iniziale » Chat » Le materie plastiche biodegradabili: sono meglio per l'ambiente?

Le materie plastiche biodegradabili: sono meglio per l'ambiente?


I rifiuti sono un problema con un impatto ambientale e sociale molto negativo. Alcune persone credono che un modo per affrontare questo problema sia utilizzare le materie plastiche biodegradabili come soluzioni amiche dell’ambiente per, ad esempio, la realizzazione di borse di plastica. Tale approccio potrebbe sembrare ragionevole ad un primo sguardo, ma è davvero la soluzione migliore per l’ambiente?

Lasciare i rifiuti in giro è principalmente un problema di comportamento irresponsabile che dovrebbe essere affrontato cambiando le attitudini delle persone piuttosto che cambiando i prodotti che le persone gettano via. Realizzare prodotti in materiali biodegradabili in realtà potrebbe peggiorare il problema dei rifiuti in quanto le persone potrebbero credere che non c’è alcun problema a gettare risorse preziose quali la plastica. Ad esempio, una borsa in plastica biodegradabile gettate in una siepe impiegherà anni a scomparire e non giorni come certa gente crede. Perfino una buccia di banana – quando viene gettata via – impiega da 1 a 3 anni per biodegradarsi!!

Inoltre, le materie plastiche biodegradabili richiedono condizioni specifiche per biodegradarsi in modo adeguato (microrganismi, temperatura e umidità), e se non sono gestite adeguatamente potrebbero causare all’ambiente danni più gravi di quanto lo facciano le materie plastiche convenzionali. Quando le materie plastiche biodegradabili sono interrate (cosa che dovrebbe essere evitata in ogni caso) producono, durante la decomposizione, gas ad effetto serra dannosi.

Cosa sono le materie plastiche biodegradabili? Le materie plastiche biodegradabili sono materie plastiche che si decompongono grazie a microrganismi (batteri o funghi) si decompongono in acqua, diossido di carbonio (CO2) e alcuni biomateriali. E’ importante notare che le plastiche biodegradabili non sono necessariamente costituite da biomateriali (ad es. piante). Alcune plastiche biodegradabili sono costituite da petrolio in un certo qual modo come le materie plastiche convenzionali.

Quindi a cosa servono le materie plastiche biodegradabili? In linea di principio le materia plastiche sono valutate in base alla loro capacità di rendere i prodotti forti e resistenti nel tempo (ad esempio nell’immagazzinamento degli alimenti, nei trasporti, nell’edilizia e nelle costruzioni).  La biodegradabilità dovrebbe tuttavia essere considerata come una funzionalità aggiuntiva quando si richiede una disposizione economica del prodotto una volta che questi ha raggiunto il suo scopo (ad es. per il settore dell’imballaggio, proteggere gli alimenti e conservarne la freschezza). Esempi di prodotti biodegradabili utili sono:

  • Imballaggio di alimenti – l’imballaggio può essere smaltito insieme al suo contenuto quando il prodotto e scaduto o avariato.
  • Agricoltura – fogli di materie plastiche che possono essere riutilizzati in pacciamatura biodegradabile e strati di sementa.
  • Medicina – suture che possono essere assorbite; microdispositivi che contengono medicinali che si decompongono nel corpo.

La biodegradabilità è una proprietà materiale che dipende molto dalle circostanze dell’ambiente biologico (il corpo umano si differenzia dal terreno). Considerato questo, si potrebbe dire che rendere un prodotto quale una borsa di plastica in grado di decomporsi non ha molto senso in quanto tale proprietà non risolve il problema della spazzatura (condizioni diverse nella composizione e nel terreno).

In conclusione è un errore concentrarsi nella ricerca di modi per rendere più facile il gettare via i rifiuti in nome dell’aiuto all’ambiente. Le plastiche biodegradabili sono materiali eccitanti e utili, ma dovrebbero essere utilizzati soltanto quando hanno un vantaggio concreto per un prodotto specifico. Il miglior modo per contribuire alla salvaguardia del pianeta è risparmiare energia e migliorare i modi di riciclo e recupero di tutte le plastiche.

Link correlati:

Chat 6: “Risorse energetiche del futuro” o “La guerra delle borse di plastica”